Tra incertezze varie

Mi hanno chiesto di scrivere un pezzo, per una newsletter. Immaginate la mia felicità, a me che scrivere piace da morire. Ma immaginate anche che non è poi così tanto facile scrivere a richiesta. Ma forse non lo è per me, che ho (molta) poca esperienza.
A favore, però, c’era il fatto che l’argomento mi toccava molto, e mi ci sono pure imbattuta parecchie volte ultimamente: i giovani e il lavoro. Poi capirai, essendo in questo periodo di crisi economica, causata da un’emergenza sanitaria, l’argomento cade a pennello.
E allora ho riflettuto, c’ho pensato su, e una domenica pomeriggio, dopo una settimana passata a procrastinare (semicit.), mi son messa con tutto l’impegno possibile a documentarmi, a fare ricerche e chiedere opinioni qua e là.
E ne è uscito discretamente un bel pezzo, credo (e spero).
Dato che ne sono felice, ve lo linko (anche) qua sotto; magari farà piacere anche a voi leggerlo, che siete giovani come me, oppure no, che sperate di riuscire a fare il lavoro dei vostri sogni, oppure lo state già facendo, oppure no.

Chiunque siate e in qualunque situazione lavorativa vi troviate, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate. Confrontarmi con nuove menti è ciò che mi attira di più.

Incertezze giovanili


Esseri vulnerabili

Distanti ma uniti.
Lo leggiamo ovunque da più di un mese ormai. Può sembrare mieloso, sopratutto dopo tutto questo tempo. Ad altri, invece, può aiutare, può dare un senso di forza e un motivo per cui andar avanti.
A me, forse, un po’ ha stancato. Come hanno stancato un po’ tutti questi canti sui balconi. Ma in realtà non è vero, vado a periodi, a volte mi fanno pure commuovere.

Continua a leggere “Esseri vulnerabili”

Grandi piccole cose

Le piccole cose. Bisogna prestare attenzione alle piccole cose.
Sono due, tre anni che cammino con questa filosofia in testa, e sono due, tre anni che sono felice ogni giorno, o quasi. Se si impara a trovare il lato positivo delle cose, si si impara a guardare il bicchiere mezzo pieno, beh, allora tutto è più bello. Ovviamente non è sempre facile, e non sempre è possibile. Continua a leggere “Grandi piccole cose”

Ripartire dalla storia, da Roma per salvare l’Europa

Tre giorni fa ho letto che il Ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti ha firmato il decreto per reintrodurre il tema specifico di Storia nella traccia della prima prova d’esame di Maturità. Non posso che esserne felice, così magari la scarsa preparazione scolastica dei ragazzi si può tradurre in uno studio più attento ed efficace.
Mi rendo in conto, guardandomi attorno, che ai giovani, infatti, manca la storia, manca la memoria, gli è stata tolta. Continua a leggere “Ripartire dalla storia, da Roma per salvare l’Europa”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑